mercoledì 18 luglio 2012

Tutorial per disegnare le nuvole

"Ma il cielo è tutto rosso
di nuvole barocche"
- Fabrizio De André, Nuvole barocche

  Ecco un tutorial veloce per chi ha familiarità con l'uso della tavoletta grafica su Photoshop. Attraverso brevi passaggi si possono ottenere risultati soddisfacenti, arrivando a disegnare il proprio cielo personalizzato. Questo tutorial può essere d'interesse per chi tratta illustrazione e per chi si occupa di rappresentazione dell'architettura. Infatti, io considero la "post-produzione" dei render come una fase fondamentale della rappresentazione, indispensabile per promuove al meglio le proprie idee. Quindi perché non personalizzare anche gli sfondi delle proprie architetture?
  Le parole chiave: enfatizzare e drammatizzare per rendere più accattivanti le nostre immagini, e ricordare sempre che la bellezza della natura sta nella sua irregolarità. L'importante è dipingere evitando la prevedibilità, lasciandosi trasportare dall'istinto affinato attraverso l'osservazione del mondo che ci circonda. Va benissimo anche aiutarsi con fotografie opportunamente selezionate.


  Personalizzare il proprio cielo con le nuvole:
o1. Creare un fondale con un doppio gradiente attraverso lo Strumento Sfumatura, si trova accanto al Secchiello (G). Selezionare opportunamente due colori, uno più chiaro e uno più scuro, di simile tonalità e saturazione.
o2. Iniziare a dipingere le nuvole su un nuovo layer, con massima saturazione del colore (in questo caso un color pesca per simulare il tramonto) e pennello di grande dimensione, con bordi spigolosi e forte opacità per imprimere più irregolarità alle masse di colore.
o3. Qui mi ripeto perché si tratta di un punto fondamentale: evitare prevedibilità, simmetria e regolarità nelle forme create. La natura è grandiosamente irregolare!
o4. Diminuire sempre più le dimensioni del pennello per i dettagli, man mano che si procede nei vari passaggi.
o5. Aggiungere ombre (tendenti ad un violaceo desaturato) e toni più chiari nelle zone di confine (in questo caso la luce proviene da sinistra) per sfumare i toni.
o6. Utilizzare un pennello ancora più piccolo e preciso, con meno opacità, per aggiungere i margini più luminosi, anche qui molto irregolari.
o7. Ammorbidire tutte le zone di transizione del colore con lo Sfumino (R), facendo attenzione a lasciare più contrastati i volumi esterni e la parte esterna dei margini più luminosi.
o8. Ora bastano gli ultimi dettagli: ulteriori aggiunte di colore e sfumature, modifiche del colore finale (con i metodi Bilanciamento colore, Luminosità/Contrasto, Tonalità/Saturazione, Correzione colore selettiva); si può anche duplicare la nuvola, realizzata sul livello separato, e riadattarla con pochi ritocchi per risparmiare tempo sulla composizione del cielo.


  Di seguito alcuni esempi di nuvole create su Photoshop con la tavoletta grafica:





  Volendo se siete interessati, qui potete trovare altri tutorial particolari per creare effetti di neve o fondali nello spazio profondo. Continuate a seguirmi, alla prossima...
Pan

Nessun commento:

Posta un commento