Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

La speciale trappola per polpi

A Guellala , un villaggio di Jerba, le botteghe degli anforai producono vasi e anfore d'argilla in quantità industriali per gli usi più diversi. Vengono realizzati a mano nelle medesime forme e tecniche di lavorazione praticamente immutate dall'epoca fenicio-punica.  Un tipo di anfora  di piccole dimensione con alcuni fori  viene prodotta in grande quantità. Si tratta di  un antichissimo e tradizionale sistema di pesca per la  cattura dei polpi, a ncora in uso in Marocco e Tunisia . All'interno della piccola anfora in terracotta può essere inserita un'esca per favorire la dimora del polpo in cerca di un comodo rifugio.  In queste aree, soprattutto a largo di Sfax , Jerba e Zarzis (Tunisia), la pesca del polpo si tramanda ormai da millenni e viene chiamata Gargoulette .  Mappa dei siti in Tunisia Nelle isole Kerkenna , del governatorato di Sfax, la pesca è la principale attività di sussistenza, e proprio il polpo è l'animale emblema dell'arcipelago. La sua pesc

Ultimi post

Campane, campanacci e corna, riti dell'antico mondo agro-pastorale

Mattang, Meddo e Rebbelib, le carte nautiche polinesiane

La città giardino di Sheki, alle pendici del Caucaso

Il ponte preistorico di Arkadiko a Kazarma

Gli otto venti del Mediterraneo antico

Ritratti storici e archeologici

C'era una volta Ventimila leghe sotto i mari